mercoledì 3 febbraio 2010

A zonzo in Carso con il GPS

 
(foto di Aburt - via Flickr)

Il GPS è uno strumento che fornisce all'escursionista maggior sicurezza - e questo per chi frequenta il Carso è un vantaggio relativo, perché tutto sommato se uno riesce a smarrirsi nel nostro territorio significa che avrebbe dovuto dedicarsi ad attività più proficue, come giocare a scacchi o fermarsi ad ammirare il panorama dal tavolo della prima "osmizza"...
Lasciando quindi il discorso "maggior sicurezza" all'escursionismo in terreni più vasti ed impervi, resta un altro innegabile vantaggio: il GPS apre nuovi orizzonti alla ricerca sul territorio, cambiando completamente le tecniche dell'"andare a zonzo".
Il GPS permette infatti di ritrovare punti specifici con maggior facilità, evitando le lunghe e faticose battute in mezzo alla boscaglia alla ricerca, talvolta infruttuosa, di una grotta, di un manufatto, di quella certa dolina dove...
(Il che, ripensandoci, non è detto che sia un vantaggio: queste battute, sia pur lunghe e faticose, sono utilissime per la conoscenza capillare del territorio... e costituiscono in definitiva un bagaglio di piacevoli ricordi).
Ma il GPS permette anche di esplorare il territorio in maniera più proficua, più totale, analizzando le  "tracce" dei nostri percorsi e verificando quindi quali zone abbiamo saltato nelle nostre ricerche, e decidere quindi di tornare ad esplorarle... ogni cespuglio, ogni dolina ci riserva una sorpresa, in Carso.
E poi, le "tracce" dei nostri percorsi, analizzate poi con calma al PC, costituiscono assieme a foto e filmati uno "strumento della memoria" per rivivere a posteriori le nostre escursioni...

Tutto questo, per segnalarvi un'interessante risorsa, resa gratuitamente disponibile sul sito sentierinatura.it, dove è possibile scaricare tutta la cartografia regionale 1:25000 in formato compatibile per GPS Garmin.
Un grazie all'autore Ivo Pecile per l'ottimo lavoro.

Sullo stesso sito, è altresì disponibile un interessante guida a chi voglia realizzare mappe per GPS Garmin, utilizzando come base la cartografia regionale.
A proposito, sapete che la Regione Friuli Venezia Giulia rende disponibili gratuitamente on line tutti la Carta Tecnica Regionale (scala 1:5000) e la Carta Regionale Numerica (scala 1:25000) ?
Basta andare sul sito http://irdat.regione.fvg.it/CTRN/ricerca-cartografia/ , scegliere l'elemento che interessa e scaricarselo nel formato preferito.
E, se preferite le classiche e tradizionali mappe cartacee a queste diavolerie del GPS, potete stamparvela tranquillamente...
Buona passeggiata!
Posta un commento