sabato 17 gennaio 2009

cent'anni dopo





Esattamente un secolo separa queste due foto.
La prima è tratta dalla "Guida dei dintorni di Trieste" della Società Alpina delle Giulie, pubblicata nel 1909, la seconda è stata scattata oggi.
Si tratta dell'edificio della "Scuola Popolare" della Lega Nazionale; la "Guida" della SAG ci informa:

A chilometri 1 1/2 da Santa Croce, sulla sinistra della strada maestra che scende dolcemente verso Nabresina, sorge la bella scuola che venne aperta dalla Lega Nazionale nell'anno 1894, con due classi miste. Ad essa è annesso il giardino infantile, che accoglie un buon numero di bambini. L'edificio, di simpatica architettura, fu eretto su disegno dell'ing. Giorgio Polli di Trieste. Anche in questa come nelle altre scuole della Lega, i bambini durante l'inverno ricevono la refezione e le bambine vengono fornite del necessario per i lavori muliebri. Questa scuola gode, da parecchi anni, del diritto di pubblicità. Nell'edificio c'è anche la scuola professionale per gli scalpellini (serale e festiva), pure con diritto di pubblicità.

Più che sullo stato della manutenzione dell'edificio (su cui è meglio sorvolare...), voglio farvi notare il contorno circostante: oggidì vi è un bel bosco di pini, mentre un secolo fa l'ambiente era brullo e spoglio: si trattava della cosiddetta "landa carsica", un terreno destinato solo ad un magro pascolo.
Il bosco odierno è il risultato di una titanica operazione di rimboschimento, realizzata tra la seconda metà del XIX sec. ed i primi anni del XX; rimboschimento che fu effettuato non solo in questa zona, ma in tutto il territorio circostante Trieste.

Posta un commento